( nb. a votazione effettuata, verrete indirizzati nuovamente alla sezione delle Poesie in concorso. Grazie. )

Lacrima
 
E scendo pian piano sospinta
nutrita da un vento di rabbia
sul volto più triste dipinta
tra dolci colline di sabbia.

E scendo fremente leggera
nutrita da un raggio di gioia
ancor fresca seppure già sera
il mio passo cancella la noia.

E scendo con forza violenta
nutrita da un grande dolore
la sorte non sempre è contenta
sovente ti spaccherà il cuore.

E scoppio da una alba lucente
di quelle chiamate “vagito”
il tutto venuto dal niente
miracolo senza muovere dito.

E non voglio aggiunger parole:
sono solo una lacrima al sole.